Flush

FlushFlush è stato una scoperta che ho fatto allo stand della Elliot a Più libri più liberi. Infatti non so voi, ma né a scuola né all’università avevo trovato menzione di quest’opera di Virginia Woolf. Sicuramente non è Mrs Dalloway, ma il genio è genio, e una penna di quel calibro non poteva che rendere interessante e originale anche la vita di un cane. Flush, infatti, fu l’amato cocker spaniel della poetessa Elizabeth Barrett Browning, e in queste pagine se ne trovano narrate le vicende di vita. La Woolf non poteva esimersi dal donare profondità anche a questo singolare protagonista, tuttavia la vita interiore che ci presenta risulta assolutamente verosimile per chi condivida, o abbia condiviso, la propria vita con un cane. Valore aggiunto di questo piccolo gioiellino è la prospettiva inedita su uno spaccato di vita di metà ottocento.

Una lettura consigliata a chi ha voglia di leggerezza, magari perché ha acquisito la consapevolezza che “il vero filosofo è chi ha perduto il mantello, ma è libero da pulci.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...